SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE: CAMBIANO LE REGOLE, NOVITÀ DA COGLIERE”. INCONTRO CON IL DIPARTIMENTO NAZIONALE IN VISTA DEL BANDO IN SCADENZA IL PROSSIMO 31 MARZO

Servizio civile, cambiano le regole. Da nazionale diventa universale, la programmazione assume un respiro triennale e cambiano le regole di progettazione e di lavoro per gli enti. Novità che riguardano in prima battuta le decine di enti pubblici, privati e del terzo settore del Veneto che stanno impegnando attualmente un migliaio di giovani volontari in progetti di servizio civile. Ma che investiranno anche i giovani under 29, che verranno ammessi ai progetti finanziati dal Dipartimento nazionale.

Per aiutare le decine di enti ad affrontare le novità del nuovo bando nazionale, che scade il prossimo 31 marzo, l’assessore regionale alla sanità e al Sociale Manuela Lanzarin ha promosso un inco

SANITA’. INCONTRO IN REGIONE SUL FUTURO DEL PUNTO DI PRIMO INTERVENTO DI AURONZO.

“L’esternalizzazione, non privatizzazione che è cosa diversa, del Punto di Primo Intervento di Auronzo è una soluzione emergenziale, determinata dalla grave carenza di personale che interessa l’Ulss 1 Dolomiti, come tutto il Veneto e tutta Italia. Ho preso atto delle vostre preoccupazioni e sarà mia cura parlarne con il Direttore Generale Adriano Rasi Caldogno, innescando un incontro collegiale chiarificatore da tenersi nei prossimi giorni”.

Lo ha detto l’Assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, incontrando oggi a Venezia alcuni Sindaci dell’area interessata al problema, tra i quali il Sindaco di Auronzo Tatiana Pais Becher.

La Lanzarin ha illustrato agli interlocutori le molte a

FATTORIE SOCIALI: “NUOVO TASSELLO DEL SISTEMA SOCIO-ASSISTENZIALE. IN VENETO 26 AZIENDE HANNO ACCOLTO E INSERITO 235 PERSONE CON DISABILITÀ O VULNERABILI”

Le fattorie sociali entrano a pieno titolo nel sistema sociosanitario del Veneto. Lo sottolinea l’assessore regionale alla sanità e al sociale Manuela Lanzarin, all’indomani dell’approvazione in Consiglio regionale della legge di adeguamento ordinamentale in materia di politiche sanitarie e sociali che integra le attività di agricoltura sociale nella programmazione regionale degli interventi e dei servizi sociali.

“La Regione Veneto, che nel 2013 per prima in Italia ha legiferato riconoscendo la valenza sociale delle imprese agricole che aprono le proprie porte e le proprie attività per inserimenti lavorativi di persone in difficoltà, percorsi educativi e riabilitativi per bambini, anziani,

VERTICE IN REGIONE SU PEDEMONTANA EMERGENZA. “L’ATTIVITA’ PROSEGUE ANCHE CON POSSIBILE POTENZIAMENTO”

 “Pedemontana Emergenza proseguirà la sua attività, anche con prospettive di potenziamento del servizio”. Con queste parole, al termine di in vertice tenutosi in Regione, l’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha fugato ogni dubbio sul futuro dell’attività dell’Associazione attiva nel settore dell’urgenza-emergenza e delle basi ambulanze di Crespano del Grappa e Valdobbiadene, in provincia di Treviso.

All’incontro, con la Lanzarin, erano presenti il Dg dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, Francesco Benazzi, il responsabile dell’urgenza-emergenza regionale, Paolo Rosi, il Presidente del Comitato dei Sindaci del distretto di Asolo e Sindaco di Pieve del Grappa, Annalisa Rampin, il Sindaco di Pe

INFANZIA: IN ARRIVO IN VENETO 18,9 MLN DI FONDI STATALI PER NIDI E MATERNE PARITARIE

 

Sono in arrivo ai Comuni veneti le risorse statali per nidi e scuole materne paritarie. La Regione Veneto ha ratificato l’intesa Stato-Regioni sul piano di azione pluriennale per il sistema integrato di educazione per i bimbi 0-6 anni. Intesa che, in accordo con Fism e Anci, dà il via libera al trasferimento ai Comuni del Veneto dei 18,9 milioni di fondi statali per sostenere la gestione dei 793 nidi e delle 1109 scuole materne presenti nel territorio regionale, frequentati da oltre 100 mila bambini, 76 mila nelle scuole d’infanzia e 24 mila nei nidi. Da parte sua la Regione Veneto ha già anticipato il cofinanziamento regionale 2019 per 34 milioni di euro, equamente ripartiti tra nidi e s