Assessore Lanzarin al Fatebenefratelli di Venezia, “buon esempio di integrazione tra pubblico e privato”

 

“Il ‘San Raffaele Arcangelo’ di Venezia è un esempio riuscito di ospedale medico-riabilitativo e di integrazione tra pubblico e privato a servizio di una città fragile come Venezia. Il connubio realizzato dal Fatebenefratelli tra servizi sanitari e servizi assistenziali e la professionalità dei suoi operatori ne fa una struttura intermedia preziosa per una città che invecchia e dove le barriere fisiche sono un problema oggettivo ”. L’assessore regionale alla sanità e al sociale Manuela Lanzarin visitando l’ospedale Fatebenefratelli di Venezia, in occasione della festa in onore di San Giovanni di Dio fondatore dell’ordine ospedaliero e patrono dei malati e degli operatori sanitari, si è so

Povertà: “lavoreremo per integrare il modello veneto di rete con il reddito di cittadinanza”

 

“Il Veneto non rinuncia al proprio modello territoriale, di rete integrata tra pubblico e terzo settore, nel contrasto alla povertà. Il lavoro fatto non verrà disperso: lavoreremo per integrare il nostro modello con il reddito di cittadinanza, anche investendo risorse regionali”. Lo ha ribadito l’assessore alla sanità e al sociale della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, intervenendo al convegno promosso dall’Alleanza regionale contro le povertà al centro Cardinal Urbani di Zelarino. Al centro del confronto, che ha visto la partecipazione dei parlamentari veneti, dell’Anci, delle parti sociali, del terzo settore e dell’ordine degli assistenti sociali, c’era il futuro del piano regionale pe

Disabili: Regione Veneto incentiva inserimenti lavorativi dei disoccupati di lunga data promuovendo lavoro e imprese

 

Un’agevolazione fino al 75 per cento della retribuzione lorda per ogni assunto, anche a tempo determinato: è la principale novità del programma di collocamento mirato per favorire l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità che da anni non trovano occupazione, nonostante gli obblighi di legge in vigore per le imprese con più di 15 dipendenti.

Il programma di collocamento mirato, proposto dagli assessori al lavoro e al welfare Elena Donazzan e Manuela Lanzarin e approvato dalla giunta regionale, ha una dote finanziaria complessiva di 9,6 milioni di euro, provenienti dal fondo per l’inserimento al lavoro finanziato dalle imprese, e mette in campo iniziative che favoriscano l’occup

Trapianti. “Un successo fatto di scienza e generosità. È il veneto dell’integrazione di fatto tra sanità e sociale”

 

“Il successo del sistema trapiantologico del Veneto ha una grande componente medico-scientifica, ma anche un significativo apporto di carattere sociale legato alla generosità dei donatori e delle loro famiglie e al forte aumento delle dichiarazioni di volontà raccolte attraverso la collaborazione dei Comuni. E’ il Veneto dell’integrazione tra sanitario e sociale nei fatti e non solo nella programmazione”.
Con queste parole, l’Assessore alla Sanità Manuela Lanzarin commenta “con soddisfazione e con la speranza di poter fare ancora meglio in futuro”, l’andamento positivo dei trapianti in Italia, con il Veneto che vi ha contribuito ampiamente, in percentuali a doppia cifra.
Sul piano scienti

Sanità: Sopralluogo assessore Lanzarin al centro regionale per l’autismo di Verona e al polo ospedaliero di Borgo Trento

 L’assessore regionale alla sanità e al sociale, Manuela Lanzarin, ha visitato oggi il centro per l’autismo dell’Azienda ospedaliere universitaria integrata di Verona, diretto dal professor Leonardo Zoccante. 

“Il centro di Verona è uno dei servizi ad altissima specializzazione della sanità veneta, diventato punto di riferimento non solo regionale ma anche nazionale nella ricerca, diagnosi e cura dei disturbi dell’autismo, grazie alle competenze scientifiche, alla professionalità e alla  dedizione di tutti i suoi operatori”, ha ribadito l’assessore, confermando la scelta veneta di fare di Verona il polo di riferimento nella ricerca sull’autismo e il suo coinvolgimento nel progetto nazionale