Sanità. Ok in Veneto a programma assistenza per ragioni umanitarie con fondi 2019 per 450 mila euro

Continua, da parte della sanità veneta, l’impegno assistenziale a favore di cittadini non appartenenti all’Unione Europea che necessitano di cure non effettuabili nei loro Paesi d’origine per carenza di strutture sanitarie adeguate o di medici con le specializzazioni necessarie per gli interventi richiesti.

 Lo ha deciso la Giunta regionale nella sua ultima seduta, approvando, su proposta dell’Assessore alla Sanità, il Programma di Assistenza Sanitaria per Ragioni Umanitarie per l’anno 2019.Vi si prevedono due tipologie di stanziamento: fino a 400 mila euro per i ricoveri, e ulteriori 50 mila euro per la prosecuzione delle cure e il follow up ambulatoriale successivo alla fase acuta.

Gli in

Minoranze: Regione Veneto, 63 mila euro a ladini e cimbri per valorizzare identità e lingua

 

Sentieri tra storia e toponomastica, quaderni e materiali didattici per le scuole, dizionari, feste locali, rievocazioni in costume, riviste e pubblicazioni in lingua, recupero di archivi fotografici, laboratori teatrali e corsi di cultura e artigianato: sono alcune delle iniziative che la Regione Veneto finanzia nel 2019 per tutelare le minoranze linguistiche ladine e cimbre del proprio territorio. Ammonta a 63 mila euro il contributo regionale che quest’anno la Giunta ha assegnato ai progetti culturali presentati dalle Unioni culturali dei ladini delle Dolomiti e dalle associazioni culturali dei cimbri dell’Altopiano di Asiago, del Cansiglio e della Lessinia.

 “Il contributo, previsto d

In Veneto 200 mila euro per parrucche a donne malate di tumore o alopecia areosa

Si allarga, in Veneto, la platea di donne affette da alopecia che potranno accedere a un contributo della Regione per l’acquisto di una parrucca. Lo ha deciso la Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alla Sanità, stanziando per questo una somma complessiva di 200 mila euro.

“Tali contributi sono attivi già dal 2016 – fa notare l’Assessore – ma, facendo tesoro degli esiti del primo triennio di applicazione, abbiamo rivisto e allargato le modalità e i criteri di erogazione per rispondere di più e meglio alle esigenze manifestate dalle donne o rilevate dai distretti Sanitari. E’ una scelta di civiltà – tiene a sottolineare l’Assessore – perché la perdita dei capelli a causa di una patol

Sanità. In Veneto 51,5 milioni di nuovi investimenti

“Risultati come la possibilità di distribuire questi 51,5 milioni di investimenti per la sanità veneta si ottengono solo con una gestione rigorosa delle necessità e con l’utilizzo della saggezza del buon padre di famiglia. Il meccanismo che consente tutto questo, del quale c’è da essere orgogliosi, parte dal territorio, dalle Ullss che segnalano dove hanno realmente bisogno di spendere attraverso progetti specifici; e passa per il vaglio di un organismo tecnicamente inflessibile come la CRITE. A monte, come spesso accade, c’è un utilizzo intelligente dei fondi della Gestione Sanitaria Accentrata in capo alla Regione di una piccola quota del riparto del Fondo Sanitario Nazionale, di cui si o

Turismo sociale e inclusivo: da giugno 2019 in Veneto spiagge accessibili, stabilimenti attrezzati per disabili e 50 borse lavoro per dare occupazione a persone a rischio esclusione

 

Per il terzo anno consecutivo in Veneto la stagione balneare sarà ‘sociale’ e ‘inclusiva’. Le spiagge venete si preparano alla riedizione del progetto “Turismo sociale e inclusivo” messo a punto dalle tre Ulss del litorale adriatico (la 4 Veneto Orientale, la 3 Serenissima e la 5 Polesana)  e finanziato dalla Regione Veneto. Ma con una novità: quest’anno ogni località balneare del litorale veneto offrirà non solo una spiaggia attrezzata a misura di disabilità, in grado di accogliere e di offrire servizi di animazione a persone con problemi fisici e/o psichici; ma offrirà anche un’opportunità di lavoro a persone fragili, alla ricerca di un inserimento occupazionale.

La Regione del Veneto m