PRIMA LEGGE QUADRO PER LA FAMIGLIA

In un momento così difficile e delicato per le famiglie venete messe a dura prova dalla emergenza sanitaria il provvedimento approvato oggi in Consiglio assume ancor più valore.
Un provvedimento che ha il respiro di una legge di programma,che mette al centro la maternità e la paternità in tutte le fasi della vita agevolando i nuclei famigliari, in primis quelli più in difficoltà.
Il punto cardine della legge è il riconoscimento della dimensione “famiglia” in tutte le diverse declinazioni della politica regionale:

  • sostegno alla natalità (assegno pre-Natale);
  • sostegno alla genitorialita con sportellò e centri per la famiglia dedicati;
  • sostegno ai servizi per la prima infanzia con la sperimenta

CORONAVIRS - TERAPIA SPERIMENTALE AL PLASMA

 

La terapia sperimentale del plasma, deve essere guardata con attenzione e fiducia.
Anche in Veneto in azienda ospedaliera di Padova stiamo sperimentando l’utilizzo del plasma delle persone guarite dal Covid19 che hanno maturato gli anticorpi.
Sono state trattate 12 persone con esiti incoraggianti.
Ci rivolgeremo ai 3000 Veneti ammalati che sono guariti, saranno contattati e chiederemo a tutti loro di mettersi a disposizione, di rivolgersi ai centri trasfusionali della loro zona.
In questo modo vogliamo creare un grande banca del sangue di pazienti guariti dal Coronavirus. Vogliamo ancora una volta essere pronti quando questa cura da sperimentale diventerà una realtà.
Vi ricordo che la pratica

FASE 2: DAL VENETO PIANO SPERIMENTALE PER RIAPERTURA SERVIZI 0-6 E SCUOLE D’INFANZIA

 

Il Veneto ha elaborato un protocollo unico per i servizi per i bimbi 0/6anni per sperimentare la riapertura di nidi e centri per la prima infanzia, in forma ludico/ricreativa. Il Veneto
Il documento, messo a punto con il sostegno della Direzione regionale prevenzione sanitaria, è stato presentato oggi ad Anci, Fism, Confcooperative, Assonidi-Confcommercio, Aninsei-Confindustria e Federazione dei pediatri di base, da Manuela Lanzarin e Elena Donazzan, assessore rispettivamente alla Sanità e al sociale e alla Scuola e lavoro.
“Siamo pronti a condividere la nostra bozza con le altre Regioni e il Governo, e a confrontarci con le linee guida nazionali attualmente in discussione nei ministeri per

61 MILIONI PER IL PERSONALE DELLA SANITÀ VENETA

 

Abbiamo stanziato 61 milioni di euro per un riconoscimento economico al personale della sanità del Veneto.
Si tratta di un riconoscimento per le prestazioni di lavoro straordinario, una specifica indennità a tutto il personale operante in reparti Covid e servirà anche per la realizzazione di progetti specifici legati all’emergenza Covid-19.
Quantificare la gratitudine è la cosa più difficile del mondo, ma questi 61 milioni sono tra i denari meglio spesi di sempre. Se riusciremo a far emergere ulteriori disponibilità, non ci sarà alcun ostacolo.
Ieri ho incontrato tutte le rappresentanze sindacali dei lavoratori del Comparto e della Dirigenza Medica, lavoreremo insieme per attivare a erogare

SCUOLE D’INFANZIA: IL VENETO SI PREPARA A RIAPRIRE IN SICUREZZA I SERVIZI 0-6 ANNI, PRIMO CONFRONTO TRA REGIONE, GESTORI E PEDIATRI PER SPERIMENTARE “LA SCUOLA DEL FUTURO

 

La Regione Veneto guarda ai più piccoli e, in vista della fase 2, intende avviare in via sperimentale la riapertura di servizi e scuole per i bambini 0-6 anni, Questo l’obiettivo del primo confronto tra gli assessori alla sanità e sociale, Manuela Lanzarin, e alla scuola, Elena Donazzan, l’Ufficio scolastico regionale e i responsabili e gestori delle scuole statali, paritarie e private dell’infanzia, che ha coinvolto anche i sindaci (Anci), il dipartimento regionale di prevenzione sanitaria e la federazione dei pediatri di base (Fimp). Al centro del confronto i bisogni dei circa 140 mila bambini under 6 del Veneto che, prima dell’emergenza sanitaria, frequentavano un nido o una scuola per