INAUGURATA A TREVISO MICROBIOLOGIA UNICA IN ITALIA E PARTO IN ACQUA. BUONE NOTIZIE DALLA MANOVRA PER INGAGGIARE GIOVANI MEDICI

 

“I giovani laureati e abilitati, ma non ancora specializzati, stanno rispondendo in gran numero ai bandi della Regione per l’inserimento negli ospedali con regolare contratto, preceduto da un periodo di formazione. Dopo le 224 adesioni del bando per i Pronto Soccorso, quello per la Medicina interna, partito una settimana fa, conta già 150 adesioni. Vuol dire che con questa iniziativa avevamo visto giusto: c’è tanto interesse da parte dei giovani medici e si comincia a intravvedere una prima risposta, seppur emergenziale perché la specializzazione è la via maestra, alla carenza di professionisti in corsia. Oggi è partito anche il lavoro dell’Osservatorio Regionale Specifico dove, in collab

DISABILITÀ: “IN VENETO SANITÀ SENZA BARRIERE PER I SORDI E ASSISTENZA SCOLASTICA PER MILLE ALLIEVI CON PROBLEMI SENSORIALI”

 

Servizi di interpretariato nella lingua dei segni nei pronto soccorso e nelle strutture ospedaliere del Veneto per persone con disabilità uditive e comunicative. E mille minori sordi in Veneto affiancati a scuola (dalla materna alle superiori) da mediatori esperti nel linguaggio dei segni. Ad un anno dall’avvio del primo programma regionale per l’inclusione sociale delle persone con disabilità uditive e sensoriali, questo il primo bilancio degli interventi attuati per il superamento delle barriere linguistiche.

A fare il punto è l’assessore regionale alla sanità e al Sociale Manuela Lanzarin. “La Regione Veneto, con la legge 11 del 2018, si è dotata del provvedimento legislativo più avanza

PRIMO BANDO PER SICUREZZA E QUALITÀ DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA , 5 MLN AI COMUNI

 

“E’ un aiuto ai Comuni perché investano nella sicurezza delle strutture e nella qualità dei servizi per la prima infanzia e magari per allargare la rete dei nidi attivi in Veneto nonchè un segnale della politica per contrastare le ‘culle vuote’”. Così l’assessore regionale alla Sanità e al Sociale, Manuela Lanzarin, richiama l’attenzione sul bando, pubblicato nell’edizione odierna del Bollettino ufficiale della Regione Veneto, che mette a disposizione 5.072.777,36 euro per contribuire ad interventi di messa a norma, adeguamento, riqualificazione e nuova costruzione di asili nido comunali e privati-convenzionati.

Con una lettera inviata a tutti i primi cittadini del Veneto l’assessore Lan

POVERTÀ: CRESCE IN VENETO LA RETE DEGLI EMPORI SOLIDALI

 

Si allarga in Veneto la rete degli empori solidali, i punti di redistribuzione delle eccedenze alimentari che offrono anche servizi di accompagnamento qualificato a persone e famiglie in situazioni di difficoltà. Quattro nuove realtà si sono aggiunte nel 2019 portando a 24 il numero degli empori in Veneto: si tratta dell’emporio solidale diffuso di Thiene-Villaverla gestito dall’associazione vicentina Basta Sprechi, l’emporio di Vittorio Veneto gestito dall’associazione San Vincenzo de Paoli e due empori a Verona: l’emporio dell’Unità pastorale di Borgo Roma gestito dalla parrocchia San Giovanni Battista–Tomba Extra e l’emporio Buon Pastore dell’associazione Carità Gesù Buon Pastore onlus

SANITA’. PROPOSTE DELLE REGIONI SU CARENZA MEDICI.

“Abbiamo un pacchetto di proposte concreto, organico e condiviso. La questione è nazionale e urgente, perché mancano 56.000 medici in Italia, dei quali 1.300 in Veneto. Mi auguro che il documento di oggi venga preso in ampia considerazione dal Ministro della Salute. Lo scopo è ottenere l’inserimento delle proposte delle Regioni nei primi provvedimenti utili”.

Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia che oggi a Roma, affiancato dall’Assessore alla Sanità Manuela Lanzarin – ha partecipato alla riunione della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome, incentrata sul problema della carenza di medici.

“Tutte le Regioni – ha aggiunto Zaia – sono state